Extra Brut, cosa signfica?

Cosa vuol dire “Extra Brut”? La dicitura si riferisce al livello di residuo di zucchero presente in bottiglia che nel caso di un Extra Brut deve essere inferiore a 6 grammi per litro.

Fino a qualche tempo fa il Prosecco Superiore di Conegliano-Valdobbiadene non poteva avere questa dicitura, ma era una peculiarità del Prosecco DOCG della zona Asolo-Montello.

Però i gusti dei consumatori stanno cambiando e piano piano sta aumentando la domanda di vini con livello di zucchero più basso e quindi con un gusto più secco.

Si è deciso quindi di adeguarsi ai tempi che cambiano e il disciplinare di produzione dei vini a Denominazione di Origine Controllata e Garantita “Conegliano Valdobbiadene Prosecco” ha deciso di introdurre la nuova dicitura; è stata quindi introdotta la tipologia Extra Brut per i vini con un residuo zuccherino compreso tra 0 e 6 gr/litro. 

vediamo di riepilogare la tabella dei residui zuccherini con le relative denominazioni:

  • DOSAGGIO ZERO /PAS DOSE’ (residuo zuccherino minore di 3 gr/lt, non vengono mai aggiunti liqueur d’expedition o zuccheri dopo la seconda fermentazione)
  • EXTRA BRUT (residuo zuccherino tra 0 e 6 gr/lt)
  • BRUT (residuo zuccherino inferiore ai 12 gr/lt)
  • EXTRA DRY (residuo zuccherino tra i 12 e i 17 /gr/lt)
  • DRY, SEC (residuo zuccherino tra i 17 e i 32 /gr/lt)

E’ particolare il caso dell’EXTRA DRY… dal nome sembrerebbe un vino secco, in verità ha un residuo zuccherino più alto rispetto al BRUT!

 

LEAVE A COMMENT

Your email address will not be published. Required fields are marked *