Idee per un weekend nella terra del Prosecco

Colli _ rive _ Prosecco _ San Pietro di Feletto

Idee per un weekend nella terra del Prosecco

Venerdì 

Consigliamo l’arrivo in zona nel tardo pomeriggio per trovarsi nel giusto orario per iniziare il weekend con un bel brindisi a base di Prosecco.

Aperitivo, cena e notte in vigna presso La Vigna di Sarah 

Immensi taglieri di formaggi e salumi della zona accompagneranno i racconti delle bollicine prodotte da questa originale cantina (scopri qui il nostro articolo dedicato a “La Vigna di Sarah”

La vista mozzafiato da La Vigna di Sarah

L’aperitivo qui è speciale in ogni stagione: nelle stagioni miti si brinda nello splendido dehors a picco sulle vigne mentre in inverno è possibile vivere la speciale esperienza dell’aperitivo nella botte.

Cena 

Il responsabile della cucina è Michael Esposito, nonché export manager e l’anima della festa nelle serate e nelle giornate di ospitalità in cantina. Nato in una famiglia di ristoratori che hanno fatto la loro fortuna negli Stati Uniti, è tornato in Italia portando una ventata di internazionalità, senza mai perdere il suo tocco verace. Lasciandoci avvolgere dai suoi racconti di bollicine, abbiamo scoperto che la cucina del Sud si sposa perfettamente con i sentori del Prosecco. 

Qui la prenotazione è obbligatoria perché Mr. Proseccone (nome d’arte di Michael) vuole pianificare il menù insieme ai suoi ospiti. È possibile optare per una romantica cena a due ma anche riservare l’intera tenuta per un gruppo numeroso. 

La cucina qui è basata su prodotti disponibili al momento: i frutti dell’orto della tenuta (letteralmente a metri zero!) uniti ai prodotti portati direttamente dalla terra campana con la quale Mr. Proseccone non ha perso i legami. 

Avete mai sognato di trascorrere la notte in una botte in mezzo alle vigne? Qui è possibile farlo con tutti i confort 

Sabato 

Svegliarsi immersi in un panorama del genere vi farà sentire già rigenerati e pronti per vivere una giornata intensa nei colli. 

Per iniziare la giornata con maggior energia comunque vi consigliamo alcuni posticini dove fare colazione: 

– per una colazione sostanziosa, un brunch o un American Breakfast vi consigliamo di dirigervi verso il centro storico di Follina al Caffè Milani  

– per un cappuccino e brioche o per un caffè accompagnato da un pasticcino, vi consigliamo la pasticceria Faganello presso la frazione “La Bella” di Follina 

– il caffè giusto per ammirare il centro di Pieve di Soligo è invece Ceschin 

Vi consigliamo di trascorrere la mattina dedicandosi alle bellezze della zona: da non perdere una visita al Molinetto della Croda: è uno degli angoli più suggestivi della Marca Trevigiana e una location ottima per fare fotografie particolari. Con 4 secoli di storia, le primitive fondamenta poggiano sulla nuda roccia della montagna, la “croda” appunto.

 

Un altro luogo che vi lascerà a bocca aperta è Rolle. Questo piccolo borgo, frazione del comune di Cison di Valmarino, è un vero e proprio anfiteatro di vigne. 

Recentemente Rolle è divenuto famoso sul grande schermo perché è stato il set del film italiano “Finché c’è Prosecco c’è speranza”, lo riconoscete nel trailer? (LINK al trailer

In zona Rolle vi consigliamo di visitare la cantina relais Duca di Dolle. Nella bella stagione sarà possibile degustare le loro bollicine nel parco di fronte alla bella piscina immersa nelle vigne. 

Qui vi consigliamo di degustare il loro Prosecco col fondo (rifermentato in bottiglia). 

Trovandosi già in zona Rolle, per il pranzo vi consigliamo di spostarvi presso il Ristorante Andreetta. La splendida sala ha una vista mozzafiato sul sopracitato anfiteatro di vigne. In questo ristorante  potrete accompagnare i piatti di origine veneta al buon Prosecco prodotto da loro mentre il proprietario vi guiderà nei migliori abbinamenti con i piatti del giorno. Una vera e propria istituzione della zona, questo luogo è da non perdere.

A seguito del pranzo, vi consigliamo una passeggiata in uno dei borghi più belli d’Italia: Cison di Valmarino.

Una ulteriore location mozzafiato è la Chiesetta di S. Lorenzo, da qui il panorama regala una vista sulle vigne di glera.

Potete vivere il pomeriggio del sabato, visitando due cantine interessanti:

  1. Perlage
  2. Adami

Cantina biologica, Perlage.

Sin dal 1985, la proprietà ha focalizzato l’attenzione sulle dinamiche collegate alle colture biologiche e biodinamiche per questioni etiche, prima di qualsiasi moda o richiesta del mercato. Da quel momento in poi, l’azienda ha sviluppato un’ampia gamma di prodotti, per la maggior parte appartenenti al mondo delle bollicine 

Segnaliamo l’interessante Animae, vino che il titolare della cantina ci ha descritto come una “Innovazione di processo e di prodotto”. Questo vino è nato dalla decisione di fare un “vino solo vino”, senza solfiti partendo da vini biologici. 

Adami

Nata nel 1920 grazie al fondatore Abele Adami, il nonno degli attuali proprietari, la cantina è oggi presente in tutto il mondo grazie alla nuova generazione.

“Nessun vino rosso o bianco fermo, qui solo Prosecco” ci hanno spiegato.

La gamma è ampia al punto giusto: oltre al “sul lievito”, al Cartizze e ad un interessante e profumato Doc Treviso, alcune bottiglie Adami portano il nome delle rispettive Rive mentre altre raccontano la storia del dialetto e dei modi di dire di questo eccellente territorio.

A seguito delle visite in cantina, all’avvicinarsi del momento del tramonto, il luogo migliore per un aperitivo immersi nelle vigne è lOsteria senza Oste.

Ultimo baluardo della fiducia nel genere umano, questa è un’osteria autogestita senza personale. All’interno dell’osteria sono disponibili genuini prodotti veneti e ovviamente Prosecco di cui è possibile servirsi liberamente. Al termine della scelta del proprio menù, è possibile pagare ad una cassa automatica e accomodarsi nei posti scelti godendosi il panorama.

L’esperienza nell’anfiteatro di glera può continuare: per la cena e la notte di sabato, vi consigliamo uno stop da Salis. Neanche a dirlo, qui è possibile mangiare a picco sulle vigne. Siamo in una zona veramente speciale, le viti che circondano il ristorante sono infatti quelle che producono il prezioso Cartizze. Il menù è raffinato, i prodotti del territorio sono sapientemente abbinati a prodotti genuini provenienti dalle eccellenze italiane, ovviamente da accompagnare alle bollicine. Il nome del ristorante hotel deriva dal termine locale “salis” che indica in dialetto proprio la particolare conformazione del terreno su cui poggia la struttura.

Domenica 

Dopo esservi svegliati a picco sulle vigne del Cartizze, dopo il check-out da Salis proponiamo di fare un giro a Valdobbiadene.

 

Verso pranzo in pochi minuti potrete arrivare a Riva de Milan. Agriturismo storico della zona, si è trasformato in un ristorante accogliente dove potrete mangiare praticamente con le vigne che si appoggiano sul tavolo. I piatti qui sono quelli della tradizione, importanti e saporiti e vi consigliamo di abbinarli allo splendido “Prosecco della Casa” col fondo.

In caso di pioggia, per la domenica vi consigliamo una sosta alla SPA di CastelBrando. Questa splendida struttura poggia proprio a picco sul monte che sovrasta le vigne vicino al borgo storico di Cison di Valmarino. La direzione garantisce il vostro comfort limitando il numero di accessi e proprio per questo è consigliato prenotare in anticipo.

 

Se a cena potrete fermarvi in zona per un weekend lungo, vi consigliamo allora altre chicche per la cena:

La prima è nata dalla proprietà Villa Sandi dell’omonima famosa cantina di Prosecco. L’ambiente è curato nel dettaglio, una casa immersa nel parco ed è perfetta per una cena al tramonto in estate.

Anche a Le Mesine il contatto con la natura la fa da padrone. Qui vi consigliamo il tipico spiedo abbinato all’ottimo Prosecco della casa, se possibile in una mite notte per terminare la serata sotto le stelle

Se siete veri #winelover consigliamo assolutamente una cena Da Gigetto” a Miane. Qui un’accoglienza d’altri tempi vi farà sentire coccolati mentre al termine della cena vi consigliamo una visita alla loro cantina. Un vero scrigno che vi farà continuare a sognare sulle note delle bollicine di Prosecco. 

 

 

—-

 

Come arrivare

Treno: Si consiglia di utilizzare la stazione FS di Conegliano e farsi venire a prendere da ProseccoDriver 

Noleggio servizio taxi o macchina 

Uscita autostrada Vittorio Veneto sud 

 

 

 

_________________________________________________________________
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. NON PUÒ PERTANTO CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7.03.2001. L’AUTORE NON È RESPONSABILE PER QUANTO PUBBLICATO DAI LETTORI NEI COMMENTI AD OGNI POST. VERRANNO CANCELLATI I COMMENTI RITENUTI OFFENSIVI O LESIVI DELL’IMMAGINE O DELL’ONORABILITÀ DI TERZI, DI GENERE SPAM, RAZZISTI O CHE CONTENGANO DATI PERSONALI NON CONFORMI AL RISPETTO DELLE NORME SULLA PRIVACY. L’AUTORE DEL BLOG NON È RESPONSABILE DEI SITI COLLEGATI TRAMITE LINK NÉ DEL LORO CONTENUTO CHE PUÒ ESSERE SOGGETTO A VARIAZIONI NEL TEMPO.

No Comments

Post A Comment

preloader