La rivalutazione (anche internazionale) del Prosecco

Sempre più spesso, negli ultimi periodi, ci capita di parlare con persone che storcono il naso sentendo la parola Prosecco.
Noi siamo talmente appassionati da impegnarci continuamente in lunghe discussioni in merito alla qualità che si può trovare in diverse (molte) bottiglie di Prosecco. Basta sapere scegliere

Per cui ve lo mettiamo per iscritto: il Prosecco non è solo bollicine economiche, magari da miscelare all’Aperol per fare uno Spritz.
Dietro alle bottiglie di Prosecco ci sono lavoro e sudore di molte persone, provate solo a pensare alla vendemmia eroica a cui sono obbligati nell’area del Prosecco DOCG…

Colli_Prosecco_ farra di Soligo_ rive

DOC o DOCG?

Alcune fonti indicano come indicatore di qualità la denominazione DOC o DOCG, come ad esempio il recente articolo di Robb Report

Effettivamente nel disciplinare del DOCG le regole sembrano essere più dettagliate:
– una zona di produzione più ridotta, tra i comuni di Conegliano e Valdobbiadene, rispetto alla vasta area del DOC (che arriva fino a Trieste)
– il vino viene degustato e garantito per la qualità
– le ulteriori classificazioni in Rive e Cartizze, inoltre, definiscono ancora più precisamente alcuni “Cru” prodotti nella zona del DOCG

Isola Morti _ alba _Inverno _Veneto

Immagine invernale scattata a metà Dicembre

Possiamo però confermarvi che abbiamo trovato ottimi Prosecco anche nell’area DOC e DOC Treviso.

Alcuni esempi?
Perlage, che produce degli ottimi DOC Bio . Ve ne abbiamo parlato anche sul nostro articolo dedicato alla cantina – LINK

Adami, che con il DOC Treviso Garbél, sottolinea la raccolta in pianura applicando l’etichetta in orizzontale. Anche di questa cantina abbiamo già parlato nel nostro articolo – LINK

 

IL METODO MARTINOTTI O CHARMAT

Tra le ulteriori obiezioni che spesso ci vengono fatte abbiamo la modalità di produzione del Prosecco. Gli appassionati di altre bollicine (Champagne o Franciacorta), ad esempio, esprimono dubbi sul metodo “industriale” con cui viene prodotto il Prosecco.

Non essendo la rifermentazione in bottiglia “metodo classico” adatta all’uva Glera (con cui viene prodotto il Prosecco), Carpenè (padre della attuale Carpenè Malvolti) nell’Ottocento iniziò ad utilizzare il

metodo Charmat. Qui la seconda rifermentazione avviene in grossi autoclavi che, nel caso del Prosecco, non sono più un metodo economico per produrre le bollicine ma una modalità di preservazione degli aromi e della freschezza.

Adami-Col-Credas-Brut

A dimostrazione del valore di questa tipologia di vini, anche Brian Freedman di Forbes questa settimana ha entusiasticamente scelto l’Adami Col Credas Brut Valdobbiadene DOCG Prosecco Superiore Rive di Farra di Soligo 2016 come vino 

della settimana, definendolo: “My white Wine of the Week is exactly that sort of Prosecco—the kind that surprises, charms, and goes very easy on the wallet”. Articolo sul Prosecco su Forbes – LINK

I METODI ANCESTRALI

Esistono inoltre, anche nelle zone del Prosecco, alcuni puristi dei metodi ancestrali: nascono così i vini “col fondo” e “sui lieviti”, rifermentati in bottiglia e senza sboccatura.

Alcuni esempi? Ca’ dei Zago, Coste Piane o l’eccellente Sulié di Amistani e Ricci.

 

LA QUALITA’ DEL PROSECCO

Parlando di tutte queste eccellenze, ciò che vorremmo sottolineare è che, sempre più spesso, gli esperti dall’estero stanno guardando al Prosecco come vino di un certo rilievo e non solo da consumo massivo e disattento.

Un altro esempio è la recente visita della giornalista esperta di vino Michaela Norris, che ha visitato nelle ultime settimane i colli del Prosecco e ha twittato e pubblicato entusiastici post sui suoi canali social (l’inizio del suo viaggio sui colli LINK )

Lo sappiamo, noi siamo facilitati dal fatto di vivere proprio nella terra del Prosecco DOCG (tra Conegliano e Valdobbiadene) e dal poter visitare e conoscere le diverse cantine. In ogni caso ormai molte persone conoscono la qualità del Prosecco e questa conoscenza può essere a portata di mano per tutti attraverso il web e i nostri canali. Questa è tra l’altro la nostra missione. Avete già visto gli altri articoli del nostro blog? https://www.proseccando.it/blog/

No Comments

Post A Comment

preloader